La Centrale Zoo Agricola compie 50 anni!

CENTRALE ZOO AGRICOLA

La Centrale Zoo Agricola compie 50 anni!

...dal 1965 il nostro passato per costruire il vostro futuro!


::HOME::    ::Dove Siamo::    ::Storia::    ::Agricoltura::    ::Zootecnia::    ::I Nostri Marchi::    ::Contatti::

IMPIANTI

ATTREZZATURE  E

MACCHINE  AGRICOLE

PER COLTURE:

- ORTIVE

- FRUTTIFERE

- SEMINATIVE

- FORAGGERE

Trattori Gommati - Cingolati

Bonifica

Coltivazione - Erpicatura

Pacciamatura - Rincalzatura

Semina - Trapianto

Concimazione -Fertirrigazione Irrorazione - Diserbo

Irrigazione Fissa - Semovente

Raccolta

Fienagione -Silofasciatura

Insilamento

Distribuzione

Trasporto - Movimentazione Prod.

Trinciatura

Potatura Agevolata - Automat.

Bio-triturazione

Generat.corrente : Motore + PdF

 

 

PRODOTTI  AGRIC.- CIVILI :

Fertilizzanti  Biologici - Chim-Organ.

Diserbanti

Fitosanitari

Sementi  Selez.Cereal.- Foraggere

Alimentazione Zootecnica

Contenitori

Disinfettanti

Lubrificanti

Pneumatici

Filati  agricoli  -  Reti

Rivestim.-Pavimenti speciali

 

1965: La Centrale Zoo Agricola SdF di Maggiulli M. Moretti nasce a Catania, in affiancamento alla Agri-Zoo (Agro - Rappresentanze) di Moretti Vincenzo e Morando, poi trasformatasi in Snc ed oggi, per motivi di crescita, in Srl con la vocazione dell’innovazione tecnologica in Agricoltura e Zootecnia in Sicilia.
Sin dall’inizio siamo stati severi a selezionare, tra le tante tecniche agrarie, quelle più valide per la più semplice e necessaria introduzione nei più svariati settori ancora distanti dalle zone più avanzate d’Italia e d’Europa.
Era necessario un balzo di avvicinamento per razionalizzare la già carente meccanizzazione ed assolvere contemporaneamente ad esigenze primarie: meccanizzare settori con eccessivo assorbimento di manodopera, proprio mentre cominciava un massiccio esodo verso attività extra-agricole, significava contemporaneamente riduzione di costi, miglior tenore di vita, gestione aziendale semplificata con altri vantaggi collaterali.
Forse siamo stati favoriti nella fase iniziale dalla severa scuola alto-atesina della ditta Degror, quella dei trattori Fendt con doppio sollevatore idraulico per ottimizzare costi e soprattutto tempestività d’intervento (poi dolorosamente abbandonata non potendo pretendere che tutti potessero disporre della Rolls Royce...) e, non per ultima, l’occasione di formarci a fianco di grandi aziende come la Fattoria Sole (2.500 vacche), che attingeva a consulenze internazionali in sinergia con Alfa Laval (ora DeLaval); questo, se da un lato ha aperto future basi alla nostra formazione, ci obbligava a distinguere scelte in genere distanti anni luce da altre realtà.
Naturalmente esaminando ogni comparto d’impiego per ogni Macchina, Attrezzatura o Impianto, abbiamo selezionato per i bisogni più diffusi, prima le tecniche ritenute più valide, scartando a priori le tante non convincenti, poi, privilegiando innanzitutto la qualità ed affidabilità delle attrezzature, abbiamo puntato a quei Fornitori che rispondessero a questo presupposto di base, oltreché alla serietà dei rapporti e l’impegno innovativo.
Essere stati pionieri in tanti campi ci rende orgogliosi, anche se non è stato facile quando, per certe proposte di 30/40 anni addietro, venivamo presi benevolmente per “pazzi”, solo per aver anticipato, forse troppo, tutte quelle tecniche ormamai accettate comunemente, e ciò che ci consente oggi di rispondere a quegli scettici sospettosi: "Peccato quante fatiche e soldi avete sprecato?!"
Quante ne abbiamo passate per convincere prima noi stessi e poi le prime “cavie“ lungimiranti, ma la costanza ci ha premiato con innumerevoli battaglie vinte!

PIONIERISMO? Qualche esempio:
Pieno campo e Zootecnia: dall’Irrigazione semovente che avrebbe messo in pensione i classici tubi a Giunto Sferico e più che dimezzato i consumi d’acqua “a scorrimento”, alla Fienagione con le mitiche Rotopresse Welger, rifiutate perché “rotolavano a valle“, trascurando i 1000 altri vantaggi suggeriti, e le Falciacondizionatrici a dischi attraenti per resa, qualità e sicurezza del fieno, ma difficili da digerire (primi nell’uso diffuso saranno i più attenti agricoltori ragusani, nonostante le immancabili pietre); alla Silo-Fasciatura del fieno preappassito, una ancora indispensabile per qualità e sicurezza nelle zone asciutte per mancanza di alternative foraggere irrigue; alle minuscole Trincia-Caricatrici da mais PZ che facevano sfigurare per resa ed assorbimento di potenza le ben più costose e mastodontiche rivali; alla Mungitura di vacche, pecore, asine e bufale, dove è stato spesso più facile convincere le lattifere che i loro padroni (alcune classiche obiezioni: “Si fa prima a mano“ – “La mungitura tira anche il sangue“ – “Quante balle, batteri e cellule somatiche, il mio latte è pulito perfettamente, perché “iu ‘u crivu“ (lo filtro: una vera autoaccusa!); alla Refrigerazione del latte, osteggiata perché “riduceva” la quantità della materia prima, costringendo il curatolo (mastro casaro), dalla classica lacrimuccia, a fare 2 lavorazioni al dì; ai primi piccoli passi dell’Insilamento quasi manuale dei foraggi (Mais, Sorgo, Sulla…) col sottovuoto Mifema, per poi passare ai silos a trincea/platea (iniziati sprovvedutamente con l’uso di blocchi di tufo, che regolarmente crollavano, a differenza del cemento armato da noi consigliato); Agrumeti, Frutteti, Ortive: dalla potatura agevolata pneumatica, ai vibrocoltivatori...

Ancora resta molto da fare, ma indubbiamente le “cavie“ di allora ormai sono operatori evoluti, che in fondo, credendo in noi, si trovano certamente più avanti ad altri e con gran profitto per loro!

Molto rimane ancora da fare, ma il progresso tecnologico non serva solo ad alleviare fatiche, a fare più in fretta anche se peggio, né serva solo per far trionfare sulla pigrizia o per inseguire maggiori e più facili guadagni in soldi e tempo libero, poi spesi spesso molto male...ma serva per disporre maggiore attenzione al rispetto di quanto prima si “doveva” trascurare e soprattutto oggi a difendere la natura, l’ambiente del proprio lavoro oggi sempre più aggredito e degradato dall’abbandono e dalla trascuratezza di tanti con la Voglia “del paese o della città“, lasciando le campagne in balia di delinquenti che li costringono ad enormi sacrifici, rinunzie di comfort e tecnologie con maggiori costi e minor attenzione a ciò che dovrebbe invece essere il primario bisogno di radicarsi in azienda con il godimento della famiglia, della salute e del portafoglio.
L’assenza totale dell’apporto femminile prezioso e diffuso in troppe zone per spazi e libertà, tranquillità anche rispetto al paese e alla città.
Ormai il più di quanto su descritto fa parte dell’uso corrente, anche se dietro la “roba buona“ spuntano come funghi imitatori di scarsa qualità.

IMPIANTI  ED ACCESSORI

ZOOTECNIA PER:

 

- STALLE

- OVILI

- PORCILAIE

Mungitura Meccan.Bov.-Ovini - Bufal.

Refrigerazione Latte

Trattamento Liqui - Letame

Arredamento Interno

Distribuz. - Dosaggio Alimenti

Carri Unifeed + Usi vari

Farm - Supply  /  Accessori Az.li

Attrezzat. Avi - Cunicole

Silos stoccaggio

LINEA AGRO-ALIMENTARI

Mangimifici

Caseifici

Frantoi Oleari

Confezionam.- Imbottigliamento

Strumenti  analisi - controllo

   SERVIZI PRE – POST VENDITA

 

 -ASSISTENZA:

-COMMERCIALE / FINANZ.

-TECNICA PROGRAMMATA

-OFFICINA

 

- RIPARAZ.-MONTAGGI

-RICAMBI   X  NS. MARCHE


.:: Centrale Zoo Agricola S.r.l. - Contrada Tenutella / Cuba (Tangenziale Svincolo San Giorgio) - 95045 Misterbianco (CT) Sicilia - Tel. +39 095 451136 - 095 451606 - FAX +39 095 451606 - info@cza.it ::.